23 Aprile 2018           7,610,377 visite uniche dal 5 Giugno 2005 - 74324 messaggi nel forum - 1669 immagini in galleria e 3770 commenti
Menu
· Home - News
· Introduzione
· Regolamento
· Nuovi iscritti

· CERCA NEL SITO
· Links

· Indice generale Forum
· Le nostre Audi
· Avvistamenti
· Raduni e incontri
· Visual & Drive Test

· Contattaci
Utenti Online
· Ospiti Online: 2

· Iscritti Online: 0

· Totale iscritti: 412
· Benvenuto a :
Luca
Ultimi Commenti
Foto

Chi si e' rubato gli a...
Che belle le Avant C3,...
Perderei lo spoilerino...
Pensa se si scarica la...
Io lo monterei con un ...
Non sono mai stato un ...
Purtroppo credo non fa...
Stefano, l'anno prox, ...
Io uno spoilerino simi...
Canonica Maxi rally 2 ...
Chissa' che gomme mont...
BMW e Subaru sono degl...
Chi aveva la BMW E36 ?...
Chiss se la Bis c' a...
A 10 metri da una 100 ...
... potrei conoscere ...
Ma che bel colore .......
Io ho votato '' Ottimo ''
Che ferro...questo sit...
Bella ed anche un otti...
Questa scusa l'ho gi ...
O le chiavi sono rimas...
Ma con gli anni si e' ...
Certo, basta non speci...
Si, ma poi con la bell...
Quella dopata in let...
Una sorella e' andata ...
Eh ma una ha le ruote ...
La coerenza di anno, c...
Appero' ma che bella c...
E' qui che il Campione...
Ecco Gianpaolo oggi in...
Grande Manuel!!!
CIT: Ogni tanto mi ris...
E' un albero stupendo ...
Vedi Discussione
www.audiclassiche.net :: Audi Classiche - Modelli Specifici :: Audi 100 C4 e derivate
 
Problemi con il minimo
audiclassic
Scritto il 01.12.2017 09:49
Avatar Utente



Messaggi: 9303
Iscritto: 17.06.05

Non certo la valvola del minimo che se non avete il clima acceso neppure si muove (potreste staccarle il suo connettore che il motore tiene il minimo lo stesso).


No, il minimo cambia se lo stacchi, posizionandosi fisso appena sopra i 1000 giri, contro gli 850 standard a motore caldo e con tutto funzionante. Questo perch la centralina rileva un'impedenza (?) non plausibile sull'attuatore, quindi oltre ad attuare una sorta di recovery ipotizzo modificando l'anticipo, memorizza il guasto. In ogni caso la valvola interviene anche per compensare assorbimenti piccoli e grandi luci, ventole, lunotto termico.


Comunque attaccando il VAG-COM la situazione di sonda lambda pigra sempre registrata.


Esatto.

Negli ultimi mesi ho avuto per le mani 3 vetture di marche diverse tutte del periodo 87-95, con varie versioni del KE, tutte con problemi di minimo e avviamento rognoso.

In primo caso (la mia A6) la pulizia e lubrificazione accurata di valvola del minimo e farfalla ha risolto, quando si ripresenter il problema si ripeter l'operazione, di norma una volta all'anno. Nessun errore nel VAG prima, nonostante i regimi irregolari (a volte alti, a volte bassi).

Nel secondo caso (Passat GT 16V kat) stato necessario pulire i contatti dei connettori in quanto inzaccherati da far paura, errore su interruttore del minimo. Pulito, cancellati errori, 0 problemi.

Ultimo caso una MB 190 E no kat, con 380mila km e impianto GPL installato alla PdS anni fa. Nonostante la pulizia accurata di tutto c'era solo un blando miglioramento, ma comunque restava irregolare. Cercato alla vecchia maniera e trovato il manicotto a valle del debimetro con fessura, gi tappandolo alla buona come test il cambiamento stato notevole, in pochi giorni arrivato il pezzo nuovo e adesso (nei limiti delle condizioni da battaglia) molto meglio.

Comunque in questa discussione, e sicuramente anche in altri posti nel forum, si parlato e riparlato di questo annoso problema. E' praticamente fisiologico che tutte le auto dotate di questo sistema si trovino prima o poi a combattere con questi difetti, antipatici finch si vuole ma che alla fin fine comunque a casa ti fan tornare.

A differenza di quel che accade con le moderne.. Grin
 
herbie1200
Scritto il 01.12.2017 10:18


Messaggi: 85
Iscritto: 16.01.12

In effetti la valvola del minimo stata il gran "salto" tecnologico della KE-Motronic.

Aggiungo che oltre a stabilizzare il minimo, quando si inserisce il compressore la centralina potrebbe semplicemente mantenere la regolazione del minimo e tutto funzionerebbe.

Per un apposito collegamento la informa che il compressore acceso e regola il minimo leggermente pi in alto, a compensare il superlavoro non solo per il compressore ma anche per l'alternatore che deve alimentare le grosse ventole al minimo.

Tutte le vecchie iniezioni meccaniche dovevano combattere con sistemi elettromeccanici pieni di regolazioni e compensazioni per distinguere le varie situazioni, comprese accelerazione del minimo a freddo e arricchimenti nelle varie situazioni, accorgimenti pi da carburatore che da iniezione.

A
 
fabrizio
Scritto il 01.12.2017 13:09
Avatar Utente



Messaggi: 999
Iscritto: 02.03.10

Per Daniele:
prendo atto di quello che hai scritto sullo stacco del connettore della valvola ma posso assicurarti che una operazione che sulla mia avevo fatto tempo fa senza notare nessun cambiamento del regime del minimo.
Ovviamente, per non fare danni, non ho mai staccato il connettore a motore acceso ma invece ho acceso il motore col connettore gi staccato e posso assicurarti che senza accelerare, l'auto andava in moto da sola e si assestava subito sui 850 giri anche senza la valvola attaccata.

Confermo invece che la valvola serve a compensare gli aumenti del carico come l'inserimenti del clima o dei fari che, senza la presenza della valvola, provocherebbero un ovvio abbassamento del regime del minimo, ed infatti a questo serve la valvola.

Se sulla tua il minimo si accelerava fino a 1000 rpm non saprei che dirti, probabilmente le nostre auto avevano due setup differenti ?

Infine, per Herbie:

Ti confermo che il Druksteller ha anche la funzione di cut off e non perch lo dico io ma perch l'ho letto su un sito tedesco che descrive il suo funzionamento e dove si vede anche un disegno esplicativo che mostra la lamina interna del Druksteller che si piega letteralmente fino a stoppare la pressione quando gli arriva l'informazione di "Cuttare" l'afflusso di benzina.
Non ricordo pi quale il sito ma se mi capita di rintracciarlo ve lo segnalo.
D'altra parte, un anno fa proprio di questi tempi stavo tribolando proprio con questo aggeggio su cui mi sono fatto una vera e propria cultura e che mi ha fatto dannare per quasi 2 mesi fino a quando sono riuscito a trovarne uno usato in buono stato da sostituire al mio che trasudava benzina alla grande nonostante tanti inutili tentativi di sigillare le perdite (nuovo costa oltre 300 euro...)

D'altra parte, tornando al cut-off, se esaminate lo schema decrittivo della KE-Motronic, oltre al Druksteller non ci sono altri dispositivi elettrocontrollati o elettrovalvole che possano intercettare (e bloccare) il flusso di benzina agli iniettori, operazione appunto necessaria per fare il cut-off.
 
herbie1200
Scritto il 04.12.2017 16:09


Messaggi: 85
Iscritto: 16.01.12

Per fabrizio: certo che ha il cut off, fatto proprio dal Druksteller, non penso di aver mai scritto il contrario.

Tant' che gli impianti a GPL moderni usano proprio quel dispositivo per bloccare l'afflusso di benzina quando si va a gas, invece di spegnere la pompa come si faceva un tempo.

Il problema dello spegnere la pompa era non solo che si 'seccava' l'impianto ma anche che (questo accade solo sulle KE, non accade sulle K-J) il pistone che va su e gi, comandato dal piattello, nella parte superiore smorzato dalla pressione della benzina, e questo smorza anche eventuali sbandieramenti incontrollati del piattello.

Se si ferma la pompa la pressione finisce e il piattello rimbalza danneggiandosi.

Se non erro la corrente nell'elettroattuatore varia da -120mA a +120mA, il sistema perfetto registra al minimo, motore caldo, meno di 10mA soltanto, ossia come se fosse scollegato. A motore spento quadro inserito dovrebbero passare 80-90mA.

Per bloccare la benzina (cut-off) si fa circolare qualche decina di mA in senso opposto.

Se si stacca il connettore (quindi 0mA) si entra in una modalit limp-home, che permette di tornare a casa con la parte elettronica guasta, seppur con miscela molto magra.
herbie1200 ha allegato la seguente immagine:


[58.56Kb]
 
fabrizio
Scritto il 05.12.2017 00:11
Avatar Utente



Messaggi: 999
Iscritto: 02.03.10

Confermo, col Druksteller rotto o disalimentato si viene comunque a casa, anzi, se la carburazione ben regolata si viaggia comunque senza problemi visto che lui regola la pressione per compensare eventuali discostamenti comunicati dalla Lambda alla ECU che a sua volta compensa la pressione agendo sul Druk....
 
Stefanoquattro
Scritto il 12.12.2017 19:24


Messaggi: 45
Iscritto: 08.02.17

Sono di ritorno dall'officina e riporto che sono stati eseguiti i seguenti lavori; controllo del connettore posto sotto al corpo farfallato, pulizia della VDO, controllo della tenuta dei condotti e manicotti ponendo il sistema in depressione a 0,3 bar.

..il minimo rimane comunque alto! Sopra i 1000 giri, assestandosi al suo regime solo con l'assorbimento del clima in funzione.

Ho individuato il sensore bianco di temperatura motore, che (essendo la mia 100 una quattro) si trova lateralmente al motore ed di colore verde. Potr aiutare sostituirlo forse?
Mi rimetto a dei consigli, stimati membri, speravo di aver ottenuto la soluzione al problema (ho gi sostituito candele, calotta, controllato i cavi ed eseguito un meritato tagliando) ma la Signora fa ancora i capricci. Mi rimane da azzerare la centralina uhmmm
 
Stefanoquattro
Scritto il 12.12.2017 19:38


Messaggi: 45
Iscritto: 08.02.17

cristiano ha scritto:
img202.imageshack.us/img202/8673/immag0317.jpg
Questa una vivisezione dell'interuttore sulla farfalla.
In realt si tratta di un deviatore con un contatto ritardato tramite una camma posta sull'albero della farfalla.
In pratica al minimo abbiamo il comune che chiude un contatto, accelerando il contatto si interrompe e a farfalla tutta aperta si chiude l'altro contatto.
Penso che tecnicamente la centralina riesca a riconoscere in questo modo tre posizioni.
NON in alcun modo un potenziometro.
L'ho cambiato la settimana scorsa sulla mi A6 C4 ace, l'ho preso nuovo,dopo circa un paio d'anni di attesa di un ricambio da un amico, e tutti i problemi che avevo di minimo sono svaniti.
Chi ha buona manualit pu tentare di smontarlo, fargli saltare via con uno scalpellino il coperchietto, lavare tutto con abbondante pulisci contatti, meglio non wd perch le plastiche se ne hanno a male... e reincollare il tutto con sigillante a scelta.
Preventivamente penso che si potrebbe anche solo provare a pulire i contatti dello spinotto, sempre che non sia sbriciolato come era il mio.
140 veramente ben spesi!


Cristiano, ricordi il numero del pezzo?
 
fabrizio
Scritto il 13.12.2017 13:11
Avatar Utente



Messaggi: 999
Iscritto: 02.03.10

lo switch sul corpo farfallato dell'ACE, se non ricordo male, ha 3 stati:

- pedale rilasciato
- pedale premuto ma non a fondo
- pedale premuto a fondo

il primo stato serve a gestire il cut-off in modo da segnalare alla centralina che il pedale stato rilasciato, confrontandolo col regime di giri, per cui il cut-off viene poi annullato appena il motore scende al di sotto del regime del minimo (altrimenti si spegnerebbe)

Il terzo stato mi pare serva a segnalare al clima che stata richiesta la piena potenza al motore e credo che stacchi momentaneamente l'innesto elettromagnetico del compressore per poter avere tutta la potenza disponibile, almeno cos mi pare.

Il secondo stato quello corrispondente alla marcia normale.

A motore spento se si ascolta bene mentre si muove a mano la farfalla si sente il "clic" dei microswitch e con un comune tester si pu vedere se i contatti chiudono.

Ah, nella farfalla dell'ACE non ci sono potenziometri contrariamente a quanto qualcuno pensa.
 
herbie1200
Scritto il 14.12.2017 07:58


Messaggi: 85
Iscritto: 16.01.12

Corretto, sul corpo farfallato ci sono due switch, uno di max e uno di min, con un terminale comune, quindi escono tre fili.

Lo stato "minimo" oltre che al cut-off viene utilizzato dalla KE-Motronic che, quando vede che oltre al pedale rilasciato la velocit della macchina 0, attiva la regolazione del minimo e delle relative velocit anticipo e carburazione.

Lo stato "massimo" viene utilizzato dalla centralina per andare in modalit tutta potenza, per cui la miscela viene ingrassata e la sonda lambda esclusa.

Secondo me su queste auto ad iniezione meccanica che hanno qualche anno fondamentale installare uno strumento che riporta sul cruscotto lo stato della sonda lambda, permette di capire subito la corretta carburazione nelle varie situazioni, ed anche evitare danni, es. viaggiando troppo tempo con miscela grassa il catalizzatore finisce e non si passa la revisione.
 
fabrizio
Scritto il 14.12.2017 13:13
Avatar Utente



Messaggi: 999
Iscritto: 02.03.10

herbie1200 ha scritto:
....Secondo me su queste auto ad iniezione meccanica che hanno qualche anno fondamentale installare uno strumento che riporta sul cruscotto lo stato della sonda lambda, permette di capire subito la corretta carburazione nelle varie situazioni, ed anche evitare danni, es. viaggiando troppo tempo con miscela grassa il catalizzatore finisce e non si passa la revisione.


La mia 100 ha quasi 24 anni, quasi 180mila km e ha tutto il sistema di scarico, tubi, marmitte e catalizzatore ancora perfettamente originali, senza n un foro n una parvenza di perdite per "sfiatature". Anche nell'ultima revisione, il meccanico che me la fa e che ormai conosce da anni la macchina, si complimentato per il livello dei gas di scarico perfettamente "in regola" e anche inferiore a molte auto attuali euro 4 o 5 a suo dire molto pi inquinanti di quello che dovrebbero essere.
La KE-Motronic, se la si tiene in ordine ancora una grande iniezione !!
 
herbie1200
Scritto il 15.12.2017 07:59


Messaggi: 85
Iscritto: 16.01.12

Non sono molto d'accordo, e dico perch.

I gas di scarico, e in particolare il rapporto lambda che misura il meccanico soltanto quel che accade con il motore al minimo o accelerato a vuoto.

Quello che avviene nelle altre condizioni normali di utilizzo (sotto carico, in rilascio, a velocit costante, in forte accelerazione, ecc.) o si controlla sul banco a rulli o si monitora mentre si viaggia.

Ci sono piattelli "pigri", piattelli che rimbalzano lasciando il pedale, piattelli leggermente disassati, regolatori di pressione un po' ballerini, ecc. che si pu solo 'supporre', che funzionino bene nelle varie situazioni, non essendo la prova al minimo probante in tutte le situazioni.

Penso che uno strumento di controllo della carburazione, considerando che gi c' il sensore giusto (sonda lambda) siano i 50 euro meglio spesi su un'auto di oltre 20 anni.

 
Stefanoquattro
Scritto il 23.12.2017 15:24


Messaggi: 45
Iscritto: 08.02.17

Tu lo hai installato? Ci sto pensando anche io. Assieme al voltmetro...
 
Stefanoquattro
Scritto il 23.12.2017 17:58


Messaggi: 45
Iscritto: 08.02.17

da 0 a 1 volt
da 0,8 a 1,6 volt
da o a 5 volt o da 5 a 0

Qui sopra sarebbero riportati i valori con cui lavorano le sonde Lambda. Bisogna individuare quale montata sull'ACE, e se la misurazione riportata dallo strumento sia poi apprezzabile dal punto di vista della affidabilit.. Se sto andando off-topic, fuori tema, sposto la discussione altrove. Stefano.
 
natanto
Scritto il 26.12.2017 12:29


Messaggi: 35
Iscritto: 22.05.15

La lambda dell'ACE misura da 0 a 1 volt, la condizione ottimale dovrebbe attestarsi intorno a 0,4 volts.
Una ulteriore piccola precisazione riguardo al funzionamento degli interruttori sulla farfalla, quello di pieno carico esclude anche il controllo lambda alla centralina motore lasciando ingrassare leggermente la miscela.
 
Audicabrio
Scritto il 30.12.2017 18:42
Avatar Utente



Messaggi: 1235
Iscritto: 17.09.07

Suggerisco una pulizia TOTALE dell'impianto di recupero dei vapori olio.
Se ostruito "attappa" il motore e , nella peggiore delle ipotesi, pu provocare brutti danni. maronna
 
Vai al Forum:
Login
Album foto
2 Germany Day - 2006
2 Germany Day - 2006